21 Giugno 2018

Terra Santa News 22/06/2018

Questa settimana: l’ordinazione diaconale di 5 salesiani, la presenza cristiana nel settore high-tech, scuola di cucina estiva all’Istituto Pontificio Notre Dame, e uno spettacolo di luci sulla vita di Re Davide e l’arte della calligrafia araba

Loading the player...
Embed Code  

Request High Quality Video
Copy the code below and paste it into your blog or website.
<iframe width="640" height="360" src="https://www.cmc-terrasanta.org/embed/15206"></iframe>
Request High Quality Video
Please send an email to :
info@cmc-terrasanta.org

Subject:Request High Quality Video

Email Message:
Archivio personale / promozione CMC / televisiva

http://www.cmc-terrasanta.org/it/video/15206.html

Nessuna parte di questo video può essere modificato o diffusi senza un accordo in anticipo con la Cristiana Media Center concordare i termini e le condizioni di pubblicazione e la distribuzione.
SALESIANI DI DIVERSI PAESI ORDINATI DIACONI IN TERRA SANTA
Il 17 giugno i cinque seminaristi dei Salesiani di Don Bosco hanno ricevuto l’ordine del diaconato nella Basilica dell’Agonia, il Getsemani.

IL CONTRIBUTO DELLE SCUOLE CRISTIANE ALLA PRESENZA ARABA NEL SETTORE HIGH TECH
L’economia israeliana conta sul grande apporto delle ditte di high tech. La presenza della minoranza araba in questo settore cresce grazie anche al contributo delle scuole cristiane.

“CHEF 2B”: RAGAZZINI A SCUOLA DI CUCINARE DURANTE LE VACANZE
Durante l’estate l’Istituto Pontificio Notre Dame di Gerusalemme promuove la colonia estiva di cucina per bambini. Un modo diverso e divertente per trascorrere questo periodo.

LA VITA DI RE DAVIDE PROIETTATA SULLE MURA DELLA CITTÀ SANTA
Il biblista fra Frédéric Manns commenta la vita del re Davide, in questi giorni proiettata sulle Mura della Città Vecchia di Gerusalemme dal Tower of David Museum.

ADEL NASSER: QUANDO LA CALLIGRAFIA ARABA DIVENTA UN’OPERA
Adel Nasser ha una speciale abilità nel creare, con la calligrafia araba, delle vere e proprie opere artistiche. Siamo andati a scoprire il suo lavoro.