12 Febbraio 2018

I maroniti celebrano San Marone a Gerusalemme

Il 10 febbraio la Chiesa ha celebrato la festa di San Marone. Per l’occasione, Mons. Moussa El Hage, guida della Chiesa maronita, ha presieduto una messa a Gerusalemme.

Attualita, Eventi e Società

Loading the player...
Embed Code  

Request High Quality Video
Copy the code below and paste it into your blog or website.
<iframe width="640" height="360" src="https://www.cmc-terrasanta.org/embed/i-maroniti-celebrano-san-marone-a-gerusalemme-14363"></iframe>
Request High Quality Video
Please send an email to :
info@cmc-terrasanta.org

Subject:Request High Quality Video

Email Message:
Archivio personale / promozione CMC / televisiva

http://www.cmc-terrasanta.org/it/video/attualita-eventi-e-societa-1/i-maroniti-celebrano-san-marone-a-gerusalemme-14363.html

Nessuna parte di questo video può essere modificato o diffusi senza un accordo in anticipo con la Cristiana Media Center concordare i termini e le condizioni di pubblicazione e la distribuzione.
È un giorno di festa per la comunità maronita… Mons. Moussa El Hage ha celebrato una messa nella Città Santa. Tra le autorità presenti, il nunzio in Israele e Cipro e delegato apostolico per Gerusalemme e la Palestina, Mons. Leopoldo Girelli, il vicario per Gerusalemme e la Palestina Mons. Giacinto-Bolous Marcuzzo e il console francese a Gerusalemme Pierre Cochard.

Nell’omelia, l’arcivescovo ha ricordato alcuni momenti della storia del Padre della Chiesa Maronita.

S.E. Mons. MOUSSA EL HAGE
Esarca patriarcale maronita
“È vissuto nel IV secolo ed è morto nel 410, nel V secolo. Questo santo, come fece Sant’Antonio prima di lui, scelse la strada del deserto per incontrare il Signore. Incontrò il Signore sulle montagne della Siria, ad Apimea, vicino ad Aleppo. Visse pregando incessantemente il Signore perché fossero superate le divisioni tra i cristiani”.

Altri religiosi iniziarono a seguire lo stile di vita di Marone. Si formò allora una comunità che crebbe costantemente fino a dare origine alla Chiesa Maronita che è sempre stata in comunione con Roma. Una famiglia che oggi conta più di tre milioni di fedeli in tutto il mondo.

Anche se San Marone è vissuto molto tempo fa, la sua memoria è viva e il suo esempio può essere seguito anche oggi.

GHASSAN SADER
Comunità Maronita – Gerusalemme
“Festeggio questa ricorrenza perché sono stato battezzato con il nome di Marone e veniamo ogni anno alla Chiesa di San Marone per celebrare questa festa. Due anni fa il nostro Patriarca Beshara al-Rai è venuto dal Libano e ha celebrato con noi questa ricorrenza”.

SAMI HELO
Comunità Maronita - Gerusalemme
“Ogni anno celebriamo la Festa di San Marone in questo periodo, San Marone Santo Patrono della Chiesa maronita, è un simbolo per noi”.

S.E. Mons. MOUSSA EL HAGE
Esarca patriarcale maronita
“Ha seguito il Signore. Come il granello di senape, è morto per dare vita agli altri. Per questo oggi facciamo memoria di questo grande santo, per trarre ispirazione dal suo Spirito, per amare secondo il suo esempio noi stessi, gli altri e soprattutto il Signore!”