07 Dicembre 2017

Papa Francesco e i Capi delle Chiese di Gerusalemme: “La Città Santa ha una vocazione speciale alla pace”

Mercoledì 6 dicembre, poco prima delle dichiarazioni ufficiali del Presidente Usa Trump riguardo Gerusalemme, Papa Francesco e i Capi delle Chiese locali hanno ribadito la vocazione alla pace della Città Santa.

Attualita, Eventi e Società

Loading the player...
Embed Code  

Request High Quality Video
Copy the code below and paste it into your blog or website.
<iframe width="640" height="360" src="https://www.cmc-terrasanta.org/embed/papa-francesco-e-i-capi-delle-chiese-di-gerusalemme-la-citta-santa-ha-una-vocazione-speciale-alla-pace-13935"></iframe>
Request High Quality Video
Please send an email to :
info@cmc-terrasanta.org

Subject:Request High Quality Video

Email Message:
Archivio personale / promozione CMC / televisiva

http://www.cmc-terrasanta.org/it/video/attualita-eventi-e-societa-1/papa-francesco-e-i-capi-delle-chiese-di-gerusalemme-la-citta-santa-ha-una-vocazione-speciale-alla-pace-13935.html

Nessuna parte di questo video può essere modificato o diffusi senza un accordo in anticipo con la Cristiana Media Center concordare i termini e le condizioni di pubblicazione e la distribuzione.
Durante la tradizionale catechesi in Vaticano di mercoledì mattina, Papa Francesco ha espresso profonda preoccupazione per l’intenzione del Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, di trasferire l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme e di riconoscere la Città Santa come capitale di Israele.

Il Santo Padre ha rivolto “un forte appello affinché sia impegno di tutti rispettare lo status quo della città, in conformità con le relative risoluzioni delle Nazioni Unite”.

“Gerusalemme”- ha continuato Francesco, “è una città unica, sacra per gli ebrei, i cristiani e i musulmani che in essa venerano i Luoghi Santi delle rispettive religioni, e ha una vocazione speciale alla pace”.

Il Papa ha pregato Dio che questa identità venisse “preservata e rafforzata, e che prevalgano saggezza e prudenza, per evitare nuovi elementi di tensione in un panorama mondiale già convulso e segnato da tanti e crudeli conflitti”.

In sintonia con il messaggio del Papa, i patriarchi e i Capi delle Chiese Locali di Gerusalemme, tra cui l’Amministratore Apostolico, Mons. Pierbattista Pizzaballa e il Custode di Terra Santa, Padre Francesco Patton, hanno inviato una lettera pubblica al Presidente americano.

Così recita il testo: “Gerusalemme è la città di Dio, è la città della pace per noi e per il mondo. Tuttavia, oggi è terra di conflitti. Coloro che amano Gerusalemme devono lavorare per fare di questa terra un luogo di pace, vita e dignità per i suoi abitanti”.