24 Aprile 2018

Visite in Terra Santa in crescita nella primavera 2018

Marzo 2018 ha segnato un più 34% rispetto al 2017 e più 63% rispetto al 2016. I turisti e i pellegrini continuano ad aumentare.

Attualita, Eventi e Società

Loading the player...
Embed Code  

Request High Quality Video
Copy the code below and paste it into your blog or website.
<iframe width="640" height="360" src="https://www.cmc-terrasanta.org/embed/visite-in-terra-santa-in-crescita-nella-primavera-2018-14806"></iframe>
Request High Quality Video
Please send an email to :
info@cmc-terrasanta.org

Subject:Request High Quality Video

Email Message:
Archivio personale / promozione CMC / televisiva

http://www.cmc-terrasanta.org/it/video/attualita-eventi-e-societa-1/visite-in-terra-santa-in-crescita-nella-primavera-2018-14806.html

Nessuna parte di questo video può essere modificato o diffusi senza un accordo in anticipo con la Cristiana Media Center concordare i termini e le condizioni di pubblicazione e la distribuzione.
Mentre in Terra Santa arriva la primavera, la tendenza alla crescita nel turismo continua in Israele.

GIUSEPPE CAFFULLI
Direttore Rivista Terra Santa italiana
“L’esperienza di questa settimana è stata straordinaria: effettivamente c’è una quantità enorme di pellegrini provenienti da tutto il mondo. Quindi, anche per i nostri pellegrini, è veramente un’esperienza forte, perché fa capire come la parola di Dio abbia attecchito in ogni cultura del mondo e come ognuno trovi il modo di vivere la propria fede a partire dalla propria cultura ma che in fondo è la medesima”.

Secondo un comunicato del Ministero del Turismo israeliano, il flusso in entrata di questo mese di marzo, con i suoi 393.000 turisti, ha fatto registrare un incremento del 34% rispetto allo scorso anno e del 63% in confronto allo stesso mese del 2016.
Nel primo trimestre del 2018 ammonta a circa un milione il numero dei turisti che ha toccato questa terra; 30% in più rispetto allo stesso periodo del 2017 e 58% rispetto al 2016.

Fr. TOMASZ DUBIEL, ofm
Direttore Christian Information Center
“Il numero dei pellegrini che prenota posti nei nostri santuari per le messe cresce in continuazione. Confrontando il 2016 e il 2018 vediamo che la crescita è stata circa dell’80%.”

Fr.TOMASZ DUBIEL, ofm
Direttore Christian Information Center
“A marzo di due anni fa c’erano gruppi di 720 persone, adesso di 1500. Anche il numero totale lo conferma: più di 25.000 due anni fa, 58.000 quest’anno. È anche un buon segno: la Terra Santa attira. La gente cerca la Grazia di Dio, vogliono conoscere il quinto Vangelo.”

Così come cresce il numero dei pellegrini, crescono anche le sfide per l'accoglienza nei santuari. Fr. Tomasz ci dice che sono in aumento, da parte delle agenzie turistiche, le richieste di un tempo maggiore di preghiera e permanenza all’interno dei luoghi santi e questa rappresenta una novità nel profilo del nuovo pellegrino.

Informazione confermata anche da questi pellegrini, venuti con un viaggio organizzato dalla Rivista Terra Santa edizione italiana.

GIUSEPPE CAFFULLI
Direttore Rivista Terra Santa italiana
“È un gruppo speciale di lettori, di amici della nostra rivista Terra Santa, la nostra rivista di Terra Santa in italiano. È comunque sempre un piacere, perché viaggiare con persone che desiderano accostarsi a questa terra, desiderano approfondire i temi biblici, i temi legati al vangelo, i temi dell’archeologia offre a tutti la possibilità di mettersi continuamente in discussione e approfondire ulteriormente le proprie conoscenze e la propria fede.”

È tanta la gratitudine per le esperienze vissute.

CINZIA CASON
Roma
“È la prima volta che vengo, è il sogno di una vita. Ci ho messo 30 anni per realizzarlo e quando ho scoperto che i francescani sono qui da 800 anni ho capito che erano le persone più adatte con cui fare questo pellegrinaggio: devo dire che non mi sono sbagliata.”

ELISA VASIRANI
Bologna
“È la terza volta che vengo qua perché la prima vieni per curiosità, per fede, per tante cose. La seconda ritorni perché tante cose ti sono sfuggite e poi la terza volta torni ancora”.