13 Novembre 2017

La festa della Moltiplicazione dei Pani e il lancio della Settimana dei Poveri

Sabato 11 novembre, centinaia di fedeli locali e pellegrini hanno ricordato a Tabgha il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci. L’evento ha coinciso con l’inizio della settimana dei Poveri istituita da Papa Francesco.

Liturgie nei Luoghi Santi

Loading the player...
Embed Code  

Request High Quality Video
Copy the code below and paste it into your blog or website.
<iframe width="640" height="360" src="https://www.cmc-terrasanta.org/embed/la-festa-della-moltiplicazione-dei-pani-e-il-lancio-della-settimana-dei-poveri-13776"></iframe>
Request High Quality Video
Please send an email to :
info@cmc-terrasanta.org

Subject:Request High Quality Video

Email Message:
Archivio personale / promozione CMC / televisiva

http://www.cmc-terrasanta.org/it/video/liturgie-nei-luoghi-santi-4/la-festa-della-moltiplicazione-dei-pani-e-il-lancio-della-settimana-dei-poveri-13776.html

Nessuna parte di questo video può essere modificato o diffusi senza un accordo in anticipo con la Cristiana Media Center concordare i termini e le condizioni di pubblicazione e la distribuzione.
Sabato 11 novembre centinaia di pellegrini e fedeli locali si sono uniti ai padri e alle suore benedettine a Tabgha, per commemorare il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci, operato da Gesù e riportato dai 4 evangelisti.

Sr. MARY LEA RELATADO, osb
Superiora del Monastero Benedettino del Re Eucaristico - Tabgha
“Oggi celebriamo una festa importante, la moltiplicazione dei pani, che ci ricorda che noi, le pietre vive, dobbiamo condividere il nostro amore con tutte le persone.”

La messa. presieduta dall’Amministratore Apostolico, e concelebrata da numerosi sacerdoti e religiosi si è tenuta nell’attuale chiesa moderna, eretta sui resti di quella siriaca della seconda metà del IV secolo, dove i primi cristiani localizzarono il miracolo.

P. NIKODEMUS SCHNABEL, osb
Priore Amministratore dell’Abbazia della Dormizione e del Priorato di Tabgha
“Per me il principale messaggio del Vangelo è che Gesù vede la folla e prova misericordia. Lui disse: ‘Chiamateli e date loro da mangiare!’. Quest’atteggiamento di Gesù è quello che cerchiamo di vivere qui, specialmente a Beit Noah, luogo che abbiamo dedicato alle persone disabili e ai giovani, a cui diciamo: Venite e riposatevi un po’.”

Durante l’omelia, il vicario latino per Gerusalemme e la Palestina, Mons. Giacinto Marcuzzo, ha spiegato i tre significati di questo miracolo: messianico, ecclesiale ed eucaristico.

S. E. Mons. GIACINTO-BOULUS MARCUZZO
Vicario Latino per Gerusalemme e la Palestina
“Cosa significa questo? Che il nostro Signore Gesù è la vita. Lui è il pane di Vita. E lui ha dato il pane agli uomini per mangiare, perché se ne prende cura, perché è il loro Pastore! Non solo: lui ha donato sé Stesso e nell’ eucaristia si è dato perché gli uomini abbiano la vita eterna.”

La celebrazione ha coinciso con l’inizio della settimana in preparazione alla Giornata Mondiale dei Poveri istituita da Papa Francesco.

S. E. Mons. PIERBATTISTA PIZZABALLA, ofm
Amministratore Apostolico del Patriarcato Latino di Gerusalemme
“Con questa giornata che Papa Francesco ha indetto, che inizia proprio qui alla moltiplicazione dei pani, vogliamo ricordare che non dobbiamo portare soltanto l’Eucaristia in tutto il mondo – naturalmente - ma anche il nostro amore, soprattutto ai poveri, a coloro che sono nel ‘deserto’ e che hanno bisogno da un lato della Parola di Dio e poi anche del pane materiale.”